Benvenuto nel sito di Chanson Water by NERÓ H2O d.o.o.

L’IDROGENO ATTIVO NELL’ACQUA  HA SALVATO LA SPECIE UMANA

Articolo originale del Dr. Hidemitsu Hayashi, MD , Water Institute of Japan

(tradotto e rivisto dal Dr. Ivan Dus, MD, PhD, DDS)

E’ stato riportato che la “WUNDERWASSER” ( Acqua Meravigliosa), acqua trovata in una caverna in Nordenau , Germania, molti anni fa, si è dimostrata  molto efficace per trattare diverse malattie nonché condizioni traumatiche. Miglioramenti clinici si sono avuti nell'80% dei pazienti che hanno usato quest'acqua in Nordenau.

L'Istituto di igiene di Gelsenkirchen, non ha saputo dare una risposta sul perché quest'acqua può portare a questi  risultati e neanche  la guarigione   così rapida in caso di traumi.

Quest'acqua è stata quindi portata al Prof. Shirahata dell'Università di Kyushu (laboratorio di tecnologia della regolazione cellulare) per essere analizzata.

Adesso andremo a discutere perché l'acqua di Nordenau può essere chiamata acqua meravigliosa, da altri definita acqua miracolosa, termine che preferisco non usare.

(1)    L'acqua è costituita di una parte solvente e una parte  soluto
E’ molto importante riconoscere che l'acqua consiste di un solvente formato da H2O e da soluti cioè i minerali disciolti in essa. È importante capire che il soluto, cioè la parte minerale, non ha nessun significato in assenza del solvente. È proprio il solvente che da le proprietà straordinarie al soluto.

(2)     L'acqua H2O è un composto formato da riducenti e ossidanti.

L'idrogeno (H) è un riducente essenziale. Mentre l'ossigeno (O) è un ossidante essenziale.

Pertanto dobbiamo dire che il solvente o l'acqua H2O è un composto con proprietà ossido riduttive. Questa definizione diventa imperativa per poter valutare l'acqua nel suo comportamento d'insieme.

(3)     Ci sono tre fondamentali condizioni per l'acqua:

E’ importante notare che l'ossigeno disciolto (OD), l'idrogeno disciolto (HD) ed il potenziale ossido riduttivo (ORP) rappresentano i tre parametri fondamentali per valutare le proprietà dell'acqua. È invano valutare le proprietà dell'acqua senza considerare questi 3  parametri;  proprio la mancata valutazione di questi 3 parametri è stata la causa di tutti gli errori che sono stati fatti in passato nel valutare le proprietà dell'acqua.

(4)     Caratteristiche dell'acqua ridotta

Le caratteristiche dell'acqua ridotta ottenuta mediante il metodo elettrolitico sono riportate nella tabella seguente:

 

 

OD (ppm)

HD

(ppm)

ORP (mV)

PH

Acqua di rubinetto

10.0

2.3-2.6

+652

7.5

Acqua ridotta

8.6

690  - 720

-247

10.3

OD = ossigeno disciolto

HD = idrogeno disciolto

ORP = potenziale ossido riduttivo

È importante capire che una minore quantità di ossigeno disciolto nell’acqua, produrrà  una minor quantità di ossigeno attivo quando la beviamo.  E’ proprio l’ossigeno attivo la sostanza super ossidante responsabile del danno biologico alle nostre cellule e quindi del processo di invecchiamento delle stesse.

L' elevata quantità di Idrogeno disciolto ed il potenziale ossido riduttivo molto negativo sono il risultato del processo elettrolitico che avviene al catodo.

(5)     Idrogeno attivo e acqua ridotta

L'ossigeno attivo è conosciuto come elemento in grado di disattivare gli enzimi nelle cellule, danneggiare il DNA e distruggere le membrane lipidiche delle cellule;  questo rappresenta la causa di ogni possibile malattia.

Si può dire che l'idrogeno attivo dovrebbe essere l’antiossidante ideale per neutralizzare l'ossigeno attivo in tutte le sue forme.

L'esistenza dell'idrogeno attivo nell'acqua ridotta è stato studiato e provato dal professor Shirahata.

(Electolyzed Reduced Water Scavenges Active Oxygen Species and Protects DNA from Oxidative Damage, Biochemical and Biophysical Communications, 234, 269, 1997,)

(L'acqua ridotta attraverso il processo elettrolitico ripulisce l'ossigeno attivo nelle sue forme e quindi protegge il DNA dal danno ossidativo)

(6)     Idrogenasi da 3,8 miliardi di anni fa

Happe e Bagly hanno riportato che le Idrogenasi sono enzimi che possono dividere in modo reversibile l’idrogeno molecolare, la struttura cristallina alla risoluzione di 2.85 di idrogenasi Ni/Fe ( dal batterio Desufovibrio gigas) è riportato tra gli enzimi  idrogenasi più antichi ( 3,8 miliardi di anni fa), dimostrando che le forme primordiali di vita hanno sviluppato  la capacità effettiva  di attivare l’idrogeno molecolare a temperatura e pH ambiente. (Biological Activation of Hydrogen, Nature, 385, 126, 1997).

Questo articolo evidenzia come le primitive forme di vita abbiano sviluppato enzimi idrogenasi in grado di produrre idrogeno atomico detto anche idrogeno attivo, in modo da poter ripulire l'ossigeno attivo e le sue sottoforme che rappresentavano la reale minaccia per l'esistenza lo sviluppo e l'evoluzione della vita.

(7)     Idrogeno attivo  trovato nell'acqua di Nordenau

il Prof. Shirahuta ha dimostrato la presenza di idrogeno attivo nell'acqua di Nordenau.

Questo ritrovato spiega le così dette guarigioni miracolose di molte varietà di malattie, guarigioni  ottenute bevendo l'acqua di Nordenau il cui effetto è  quello di avere l'abilità di attivare l'idrogeno attivo contenuto in essa.

Questi fatti sono supportati anche dai risultati descritti nell'articolo di Happe e Bagley .

(8)     Teoria regolatrice dell'acqua

Gli organismi viventi si sono originati dall'acqua. Questo implica che l'acqua doveva contenere delle condizioni necessarie al loro sviluppo ed alla loro sopravvivenza. Se questo non fosse stato vero, nessun organismo vivente avrebbe potuto originare e svilupparsi nell'acqua.

L'ossidazione prodotta dall’ossigeno attivo è in grado di causare qualsiasi tipo di malattia. Mentre la riduzione prodotta dall'idrogeno attivo dovrebbe essere in grado di ripristinare una situazione fisiologica. L'acqua è un composto capace di  reazione ossido-riduttiva dovuta all'idrogeno H ed all'ossigeno O, in grado di produrre non soltanto acqua H2O, ossigeno O2, ioni idrogeno H+ e cariche  negative e-,  ma anche 1O2, O2-, H2O2, HO•  in grado di regolare la vita e la morte degli organismi viventi.

Le diverse specie di ossigeno attivo quali 1O2, O2-, H2O2, oppure (HO•)*  sono in grado di portare patologie che possono essere prevenute dall'intervento dell'idrogeno attivo H (H+)  + e- come dimostrato sotto.

  • O2 + e-  -->  O2-  
  • O2- + 2H+  + e-  --> H2O2
  • H2O2 +e-  -->  HO • + HO-
  • HO • + H+ + e-   --> H2O
  • HO- + H+  -->  H2O

* [ Il radicale idrossilico, •OH, equivale alla forma neutra dello ione idrossido (in pratica 1 elettrone in meno). I radicali idrossilici sono molto reattivi e dunque presentano una emivita molto breve, malgrado giochino un ruolo fondamentale nella chimica dei radicali ]

 

Per questo la   “Teoria  regolatoria  dell’acqua (Modello di Hayashi) “ definisce che ogni organismo vivente  è regolato dalla reazione ossido riduttiva dell’acqua ( EXPLORE 6,28-31, 1995)

Lewis Thomas dice che  “… per ogni malattia esiste un singolo meccanismo che domina tutti gli altri. Se riusciamo a scoprirlo e a trovare il modo di evitarlo, allora saremo in grado di controllare la malattia….”

Siamo certi che esiste un singolo meccanismo responsabile delle malattie, e la soluzione per la  guarigione  degli organismi viventi  si nasconde nell’acqua, proprio nel luogo dove la vita ha avuto inizio.

NERO' H20 d.o.o. usa i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web. Continuando ad utilizzare il sito Internet fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies. Per ulteriori informazioni si rimanda alle avvertenze sui cookies
x